Indietro

ⓘ TOI-700




TOI-700
                                     

ⓘ TOI-700

TOI-700 è una stella nana rossa situata nella costellazione del Dorado e distante circa 101.5 anni luce dal nostro sistema solare. Il sistema planetario che orbita attorno a tale stella include il pianeta TOI-700 d, il primo esopianeta di dimensioni paragonabili a quelle terrestri scoperto allinterno di una zona abitabile conservativa da parte del satellite Transiting Exoplanet Survey Satellite. Al momento della scoperta di tale pianeta, nel gennaio 2020, TOI-700 è diventata la più brillante stella conosciuta che ospiti attorno a sé un esopianeta transitante, di dimensioni terrestri e situato allinterno della cosiddetta zona abitabile.

                                     

1. Caratteristiche

TOI-700, il cui nome è lacronimo di T ransiting Exoplanet Survey Satellite O bject of I nterest", è una nana rossa di classe spettrale M, avente il 40% della massa e del raggio del Sole e una temperatura di circa 3 500 K. La stella sembra essere in un momento di bassa attività, tantè che negli 11 mesi di osservazione da parte di TESS non è stato rivelato alcun brillamento, inoltre, la sua poca attività è indicata anche dalla sua bassa velocità di rotazione.

                                     

2. Sistema planetario

Grazie al satellite TESS sono stati identificati ben tre esopianeti orbitanti attorno a TOI-700, tutti e tre probabilmente rotanti attorno ad essa in maniera sincrona, ossia mostrandole sempre la stessa faccia.

In tre diversi articoli successivi alla scoperta del sistema planetario sono stati descritti il sistema stesso, la storia delle osservazioni del pianeta TOI 700d portate avanti con il telescopio spaziale Spitzer e la caratterizzazione di tale pianeta.

Da tali studi risulta che la composizione dei pianeti identificati come TOI-700 b e TOI-700 d, il più interno e il più esterno allorbita, è pressoché rocciosa, e quindi simile a quella della Terra, mentre quella del pianeta TOI-700 c è più simile a quella di Nettuno, per la precisione, potrebbe trattarsi di un mininettuno. Volendo dare una spiegazione di uno scenario simile, si è supposto che i due pianeti più interni, TOI 700 b e TOI 700 c, siano cresciuti più velocemente grazie allaccrezione di importanti quantità di gas e polveri, mentre il pianeta più esterno sarebbe cresciuto più lentamente, inglobando meno gas. Il più interno avrebbe poi in seguito perso il suo contenuto di gas per fotoevaporazione. Unaltra spiegazione relativa alla disposizione delle densità in questo sistema potrebbe invece essere quella di una migrazione orbitale operata da TOI 700 c, che si sarebbe spostato verso unorbita più interna, tuttavia questo scenario diventerà più plausibile se ulteriori studi dimostreranno che TOI 700 c ha una massa significativamente maggiore rispetto agli altri due, mentre per adesso i dati sulle masse, utili anche a migliorare le misurazioni sulle densità, sono ancora grossolani.

Dei tre pianeti scoperti, il più interessante, proprio per il suo posizionamento allinterno di una zona di abitabilità, è TOI-700 d. Questo pianeta riceve dalla propria stella una quantità di fotoni nellultravioletto estremo 35 volte superiore a quella ricevuta dalla Terra dal Sole, ma comunque 50 volte inferiore a quella ricevuta dal pianeta TRAPPIST-1 e da TRAPPIST-1, e l86% dellenergia che la Terra riceve dalla sua stella; in queste condizioni latmosfera di un pianeta con una pressione simile a quella della Terra dovrebbe resistere per più di un miliardo di anni. Diverse simulazioni di possibili situazioni ambientali presenti su TOI-700 d, che includono, tra gli altri, un pianeta completamente ricoperto da oceani, con una densa atmosfera satura di anidride carbonica e uno spesso strato di nubi sulla faccia rivolta alla propria stella, o un pianeta del tutti privo di nubi e formato solo da terre asciutte, con forti venti che dalla faccia in ombra spazzano il pianeta dirigendosi verso la faccia illuminata, hanno dimostrato come TOI-700 d potrebbe essere un importante candidato al titolo di "pianeta abitabile" e analogo terrestre. Proprio per questo, il sistema planetario di TOI-700 è stato messo in cima alla lista degli obiettivi da osservare con il nuovo telescopio spaziale James Webb, il cui lancio è atteso per il 2021.

                                     

2.1. Sistema planetario Prospetto del sistema

Sotto, un prospetto del sistema con i parametri dei tre pianeti: essendo stati scoperti col metodo del transito, non ci sono grandi differenze nel calcolo di raggio, periodo orbitale e semiasse maggiore nei tre differenti studi, e i dati su quei parametri riportati sotto si riferiscono a Gilbert et al. ; tuttavia riguardo alla sola massa sono riportate le masse stimate da Rodriguez et al., così riportate anche dallEnciclopedia dei pianeti extrasolari.