Indietro

ⓘ Il berretto studentesco è un elemento dabbigliamento ti..




                                     

ⓘ Il berretto studentesco è un elemento dabbigliamento ti..

Il berretto studentesco è un elemento dabbigliamento tipico delle tradizioni universitarie di diversi paesi europei. Nei paesi nordici è un simbolo che identifica il superamento dellesame di maturità al termine delle scuole superiori, mentre in altri paesi è maggiormente legato alla goliardia o identifica gli studenti universitari membri di confraternite o gruppi ristretti.

Non deve essere confuso con il tocco, cappello quadrato indossato in molti paesi dai laureandi, e con il cappello dottorale indossato dai dottorandi nei paesi nordici.

                                     

1.1. Belgio Calotte

Il calotte deriva dal berretto degli zuavi pontifici negli anni 1860. È un cappello cilindrico di velluto e pelle dagnello, di colore bordeaux presso Katholieke Universiteit Brussel, Katholieke Universiteit Leuven, Université catholique de Louvain e Facultés universitaires Notre-Dame de la Paix, bianco presso lUniversità di Gand e smeraldo presso lUniversità di Liegi.

La parte frontale ha delle strisce con i colori della bandiera belga e con i colori delluniversità. Il retro riporta un colore e un simbolo rappresentanti la facoltà, e talvolta un secondo simbolo che identifica il corso di studi. Il berretto è appuntato con una stella dorata per ogni anno di studi superato, e con una argentata per ogni anno di bocciatura.

Il calotte è assegnato agli studenti al termine di un rito diniziazione chiamato corona, organizzato da varie unioni degli studenti, note come Ordres, Cercles e Régionales.

                                     

1.2. Belgio Penne

Il penne klak in lingua olandese è un cappello dalla lunga visiera indossato dagli studenti delle università laiche in Belgio, introdotto intorno agli anni 1850 presso lUniversité Libre de Bruxelles.

                                     

2. Paesi nordici

Nei paesi nordici il berretto studentesco è un elemento identificativo degli studenti universitari, ed è portato dagli studenti che hanno superato lesame di stato. Venne introdotto dagli studenti dellUniversità di Uppsala in occasione del meeting degli studenti del Nord tenutosi nel 1845 presso lUniversità di Copenaghen, e si diffuse in seguito presso le altre università svedesi, danesi, norvegesi e finlandesi.

                                     

2.1. Paesi nordici Danimarca

In Danimarca il berretto è noto come studenterhue e si sviluppò verso la metà del XIX secolo su ispirazione del berretto svedese. Il moderno studenterhue è realizzato in lino bianco con una visiera nera, con una banda rossa, uno stemma e una coccarda che variano in base allesame superato. La versione nera invernale passò a identificare gli studenti che avevano superato lesame di stato di discipline classiche.

Originariamente, lo studenterhue era portato solo dagli studenti che avevano superato lo studentereksamen, ed era associato ad un elevato status sociale, in quanto poche persone raggiungevano tale traguardo. Negli anni 1970 gli esami di stato vennero diversificati, e a partire dagli anni 1990 vennero introdotte differenti tipologie di berretto per altri esami di stato.

Il berretto ha tradizionalmente lo stemma dellOrdine del Dannebrog, che è talvolta sostituito con altri simboli per gli studenti che non vogliono identificarsi con un simbolo cristiano.



                                     

2.2. Paesi nordici Finlandia

Il berretto finlandese ylioppilaslakki, come molte tradizioni universitarie, deriva da quello svedese. Si differenzia da questultimo per il non avere una coccarda, sostituita da una spilla che raffigura la lira di Apollo. Portato dagli studenti che hanno superato lesame di stato, venne introdotto nella sua forma attuale negli anni 1870 e fino agli anni 1950 era indossato durante tutta lestate, mentre oggi è indossato principalmente per il primo maggio e in occasione di cerimonie accademiche.

La dimensione della spilla è divenuta simbolo dellidentità linguistica degli studenti. Gli studenti di lingua svedese hanno una spilla più larga, con un diametro di 22 mm, mentre gli studenti di lingua finlandese usano spille più piccole, con un diametro di 16 mm.

La fodera rappresenta tipicamente la regione. Una fodera blu rappresenta lidentità nazionale finlandese, mentre per gli studenti membri di una nation la fodera ha solitamente i colori della nation stessa. Gli studenti di lingua svedese usano spesso una fodera rossa e gialla oppure blu, gialla e bianca. Gli studenti di Satakunta e Carelia usano tipicamente i colori della propria regione, mentre gli studenti di lingua svedese dellOstrobotnia usano nero, giallo e rosso.

Gli studenti di ingegneria usano un berretto particolare, chiamato teekkarilakki, con una lunga nappa, corona bianca e coccarda dorata la cui foggia dipende dalluniversità. La fodera è rosso scuro, colore simbolo del progresso dovuto allavanzamento della tecnologia, ad eccezione dellUniversità di tecnologia di Lappeenranta, che usa una fodera con i colori della Carelia, rosso e nero, presso lUniversità di Oulu, che usa una fodera blu, e presso la Teknologföreningen, nation dellUniversità Aalto che raccoglie gli studenti di lingua svedese, che usa una fodera rossa e gialla.

                                     

2.3. Paesi nordici Islanda

Il berretto studentesco islandese, chiamato stúdentshúfa, è indossato a partire dal superamento dellesame di maturità. Ha una corona bianca, con visiera e banda nere, e una stella dorata appuntat di fronte, sulla banda nera. La corona bianca può essere rimossa, rivelando una corona nera al di sotto. La corona bianca identificava le matricole e veniva tradizionalmente rimossa al termine del primo anno di studi.

                                     

2.4. Paesi nordici Norvegia

Il berretto norvegese, chiamato studentlue o studenterlue, è realizzato in velluto nero con nappa in seta e leffige di Minerva, simbolo dellUniversità di Oslo, sulla fronte.

                                     

2.5. Paesi nordici Svezia

Il berretto svedese, chiamato studentmössa, è indossato da metà del XIX secolo dagli studenti che hanno superato lesame di maturità studentexamen, ha una corona bianca con visiera nera e la foggia esatta ha due tipologie principali, quella di Uppsala e quella di Lund, legate ai due atenei più antichi. Il berretto dellUniversità di Uppsala ha una banda nera, fodera gialla e blu, e una corona più morbida. Quello dellUniversità di Lund ha una banda blu scuro, una fodera rossa, e una corona più rigida. Lesemplare più antico noto di berretto di Uppsala è nella collezione del Museo nordico ed è esposto presso Upplandsmuseet a Uppsala. A Uppsala il berretto era indossato tradizionalmente in estate, da Valborg fino alla fine di settembre. A Lund il berretto bianco era indossato in estate e sostituito in inverno con una variante dalla corona nera, mentre oggi luso è ristretto principalmente alle celebrazioni di Valborg e la variante invernale è scomparsa.

Originariamente il berretto era indossato dagli studenti maschi che avevano superato lo studentexamen, che rappresentava lesame di ammissione alluniversità. Nel 1864 lo studentexamen venne spostato al termine delle scuole superiori come esame di maturità e il berretto poteva essere indossato da tutti gli studenti che lo avessero superato, indipendentemente dal fatto che continuassero con gli studi alluniversità, anche se di fatto il berretto rimase un simbolo degli studenti universitari. In occasione delle celebrazioni di Valborg 1892 lo studentmössa venne per la prima volta indossato da sette studentesse dellUniversità di Uppsala come segno di protesta a favore della parità di genere, e da allora luso si diffuse anche fra le donne.

Una variante nota come teknologmössa, introdotta nel 1872 presso lUniversità di tecnologia Chalmers, è indossata dagli studenti di ingegneria e si contraddistingue per la nappa sul lato destro.