Indietro

ⓘ Categoria:Ingegneria delle comunicazioni




                                               

Comunicazioni elettriche

In telecomunicazioni con il termine comunicazioni elettriche si intendono tutte le trasmissioni cablate a distanza, tra due o più utenti, di fonia e dati che utilizzano come mezzo trasmissivo il rame o altri materiali conduttori di elettricità sotto forma di semplici cavi elettrici, doppino telefonico, cavo coassiale e guide donda metalliche.

                                               

Comunicazioni in fibra ottica

In telecomunicazioni con il termine comunicazioni in fibra ottica si designa una parte delle comunicazioni ottiche ovvero linsieme delle tecniche finalizzate a trasmettere informazione da un luogo ad un altro attraverso la propagazione guidata di segnali ottici in una fibra ottica come mezzo trasmissivo: la luce forma una portante elettromagnetica che viene modulata per trasportare informazione. Esse appartengono dunque alle comunicazioni ottiche. Nati e sviluppati per la prima volta a partire dagli anni settanta i sistemi di comunicazione in fibra ottica hanno rivoluzionato lindustria del ...

                                               

Comunicazioni ottiche

Una comunicazione ottica è una qualunque forma di telecomunicazione che usa la luce come mezzo di trasmissione. Possono essere sia cablate che non cablate ovvero wireless. Un sistema di comunicazione ottico consiste di un trasmettitore, che codifica un messaggio in un segnale ottico, un canale, che convoglia il segnale a destinazione, ed un ricevitore, che estrae il messaggio dal segnale ottico ricevuto.

                                               

Data Terminal Equipment

Il Data Terminal Equipment è un qualunque dispositivo che svolge le funzioni di sorgente o destinazione di una comunicazione dati. Il DTE in trasmissione converte i dati dellutente in segnali e in ricezione riconverte i segnali ricevuti. Il DTE è collegato a un circuito di trasmissione dati tramite un Data Communications Equipment. Di norma i dispositivi DCE forniscono il clock, mentre i dispositivi DTE sincronizzano lorologio fornito. Generalmente il DTE è un terminale o un personal computer, mentre il DCE è un modem. Il più diffuso standard per la comunicazione DTE-DCE è lo RS-232, che p ...

                                               

Dispersione dei modi di polarizzazione

La dispersione dei modi di polarizzazione o PMD è una forma di dispersione modale in cui due diverse polarizzazioni della luce in una guida donda, che normalmente viaggiano alla stessa velocità, viaggiano a velocità diverse a causa di imperfezioni ed asimmetrie casuali nel mezzo; questo determina un allargamento casuale degli impulsi. A meno di tecniche di compensazione, piuttosto complesse, la PMD limita il tasso con cui si può trasmettere in fibra.

                                               

Equazione di trasmissione di Friis

In ingegneria delle telecomunicazioni, l equazione di trasmissione di Friis è una formula che serve a calcolare il rapporto tra la potenza ricevuta da unantenna e la potenza trasmessa, in condizioni ideali. La formula fu scritta nel 1945 da Harald Friis, presso i Bell Laboratories.

                                               

Formula Chen

La formula di Chen è un metodo semplificato per la determinazione della degradazione delle prestazioni in fibra ottica a singolo modo a causa della GVD. La degradazione delle prestazioni viene indicata tramite il parametro ECP e la formula di Chen lapprossima a: E C P = − 10 l o g 10 c o s π 2 R 2 d 2 β ω 0 d ω 2 L) {\displaystyle ECP=-10log_{10}\leftcos\left{\pi ^{2} \over 2}R^{2}{d^{2}\beta \omega _{0} \over d\omega ^{2}}L\right)\right)} dove R {\displaystyle R} - bit rate ω 0 {\displaystyle \omega _{0}} - pulsazione della portante ottica L {\displaystyle L} - lunghezza della fibra β ω { ...

                                               

Formula di Friis

Con lespressione formula di Friis vengono chiamate entrambe le formule utilizzate in ingegneria delle telecomunicazioni per calcolare il rapporto segnale/rumore di un amplificatore multistadio. Una delle due serve a calcolare il fattore di rumore, mentre laltra la temperatura equivalente di rumore. Vengono chiamate così in onore dellingegnere elettrico Harald T. Friis.

                                               

Frequency-shift keying

La frequency-shift keying, sigla FSK, nel campo dellinformatica e delle telecomunicazioni è una tecnica o schema di modulazione numerica di frequenza, in cui il segnale modulante contenente informazione sposta la frequenza della portante in uscita da uno allaltro di due valori predeterminati.

                                               

Insertion loss

In elettronica e nelle telecomunicazioni, l insertion loss è la perdita di potenza di un segnale dovuta allinserimento di un dispositivo allinterno di una linea di trasmissione o in una fibra ottica ed è solitamente espressa in decibel. Se P T è la potenza trasmessa sul carico prima dellattenuazione e P R è la potenza ricevuta dal carico dopo lattenuazione, allora linsertion loss in dB è data da, 10 log 10 ⁡ P T P R {\displaystyle 10\log _{10}{P_{\mathrm {T} } \over P_{\mathrm {R} }}}