Indietro

ⓘ I lunedì al sole




I lunedì al sole
                                     

ⓘ I lunedì al sole

I lunedì al sole è un film del 2002 diretto da Fernando León de Aranoa.

Il film racconta la dura quotidianità di un gruppo di disoccupati divenuti tali dopo la dismissione di grandi cantieri navali a Vigo, nel nord-ovest della Spagna.

                                     

1. Trama

A distanza di alcuni anni da aspre lotte sindacali che li hanno visti sconfitti, un gruppo di ex lavoratori dei cantieri navali è ancora in cerca di un lavoro.

Santa vive da solo, ha un procedimento giudiziario in corso che lo vede costretto a risarcire i danni causati ad un lampione proprio durante le manifestazioni allepoca delle lotte sindacali. Ha una carattere ribelle e sogna un giorno di trasferirsi in Australia.

José ha una moglie che ama e che lavora. Questa cosa lo rende suscettibile e paradossalmente anche quando vorrebbe rendersi utile finisce fatalmente per allontanare da sé e da sua moglie quel progetto di famiglia felice già profondamente compromesso dalla crisi.

Paulino ha moglie e figli ed è alla ricerca spasmodica di un impiego che non arriva mai, forse anche per lavanzare degli anni contro cui combatte uninutile battaglia.

Amador è ancora più anziano e non fa altro che bere, in attesa che torni la moglie, partita non si sa bene per dove.

Reina un impiego lha trovato, e ogni tanto offre da bere ai suoi vecchi compagni e linvita a vedere la partita da un terrazzo di uno stabile sul quale vigila e dal quale si riesce a vedere metà dellantistante campo di gioco della locale squadra di calcio.

Serguei è russo, dice di essere un mancato astronauta, ha un carattere gioviale e si lamenta poco.

Rico è il proprietario del bar dove gli amici si riuniscono regolarmente. Allepoca delle lotte sindacali si accordò evitando il licenziamento, che però fu rimandato solo di un anno. Più scaltro degli altri investì la buonuscita per aprire un locale e ora se la cava nonostante la crisi, ha una moglie e una figlia adolescente, Nata, in gamba e intraprendente.

Un giorno Amador, più disperato di quanto non avessero immaginato gli stessi amici, si suicida gettandosi dalla finestra. A piangerlo ci sono solo gli amici del bar. José racconta la cosa alla moglie, puntualizzando come lamico abbandonato dalla sua consorte avesse perso progressivamente ogni stimolo precipitando in un tunnel senza sbocco. La moglie Ana, stanca dellapatia del marito, si era già decisa a lasciarlo, ma commossa dal racconto della storia di Amador, ci ripensa abbracciando José cui evidentemente non ha smesso di voler bene nonostante tutto.

Per un addio degno allamico Amador, dietro la guida del solito Santa, gli amici salgono nottetempo sul traghetto che quotidianamente collega con la città i tanti pendolari del sobborgo portuale. Avviato il natante si fermano in mezzo al braccio di mare ma poi si accorgono di essersi dimenticati le ceneri dellamico che avrebbero dovuto spargere solennemente. Una risata scioglie limbarazzo mentre la mattina successiva centinaia di passeggeri attendono inutilmente il traghetto che è fermo, a poche centinaia di metri, con quattro persone sul ponte, intente a godersi il primo sole del mattino.

                                     

2. Produzione

Il film è stato girato interamente a Vigo e dintorni. Gli scontri mostrati in immagini di repertorio allinizio del film si riferiscono invece a disordini avvenuti nella città di Gijón.

                                     

3. Riconoscimenti

  • Premio per il migliore attore non protagonista per Luis Tosar.
  • Premio per il miglior film.
  • Candidata per la migliore attrice rivelazione per Nieve de Medina.
  • Premi Goya 2003
  • Premio per il miglior attore rivelazione per José Ángel Egido.
  • Premio al miglior regista.
  • Candidato per il miglior montaggio.
  • Premio al miglior attore protagonista per Javier Bardem.
  • Candidato per la migliore sceneggiatura originale per Fernando León de Aranoa e Ignacio del Moral.
  • Candidato per il miglior attore secondario e rivelazione per José Ángel Egido.
  • Premio Unione degli attori
  • Premio per il migliore attore del suo genere a Joaquín Climent.
  • Premio al migliore attore secondario per Luis Tosar.
  • Premio per il miglior attore protagonista a Javier Bardem.
  • premio per la miglior attrice secondaria e rivelazione per Nieve de Medina.
  • Festival di San Sebastián
  • Conchiglia doro al miglior film.
  • Fotogramas de Plata
  • Premio Ondas per la miglior pellicola Spagnola.
  • Premio per la miglior pellicola.
  • Premio per il miglior attore a Javier Bardem.
  • Premio del cinema europeo
  • Candidato alla migliore attrice per Nieve de Medina.
  • Candidato alla migliore regia per Fernando León de Aranoa.
  • Candidato al miglior attore per Javier Bardem.