Indietro

ⓘ Maestro generale dell'Ordine dei predicatori



                                     

ⓘ Maestro generale dellOrdine dei predicatori

Il maestro generale dellOrdine dei predicatori è la maggiore autorità dellOrdine religioso fondato da san Domenico di Guzmán. Viene eletto democraticamente nellambito dei capitoli generali che ogni nove anni si tengono in sessione deliberativa ed elettiva.

Il consesso che provvede alla sua scelta è formato dagli ex generali dellordine se sono in vita ed in grado di partecipare, da tutti i priori e definitori provinciali o da un loro vicario, se essi non possono essere presenti o la carica è vacante e da altri delegati provenienti da ogni provincia.

Attualmente il maestro dura in carica nove anni e non è rieleggibile; in qualità di superiore religioso gli è dovuto voto di obbedienza ed il suo mandato, che comincia immediatamente dopo lelezione, gli conferisce una vasta autorità effettiva - a differenza che in altri ordini - anche se in merito alla maggior parte delle materie, e soprattutto a quelle più importanti, governa e decide con lausilio della curia generalizia, che presiede così come convoca e presiede i capitoli generali in sola funzione deliberativa, che si tengono ogni tre anni.

Il primo maestro generale fu proprio il fondatore dellordine, che però ricevette formalmente questo titolo solo nel 1221, durante il capitolo celebratosi in Bologna poco prima della sua scomparsa; il primo maestro a rappresentare ufficialmente una provincia fu San Raimondo di Peñafort.

Fra i maestri dellordine si possono annoverare due santi, sette beati ed un papa, oltre a numerosi venerabili, servi di Dio, cardinali e vescovi. Lattuale maestro generale è il filippino fra Gerard Francisco Timoner, eletto durante il capitolo generale convocato a Biên Hòa nel 2019.

Ancora nel 1583, la dicitura latina per gli imprimatur delle autorità episcopali sui libri sacri, è la seguente: Praed. humilis Generalis, magister & servus. Il titolo rinvia alla concezione del Servus servorum Dei applicato ai vescovi-fra i quali il Pontefice stesso in quanto Vescovo di Roma-, e ai consacrati domenicani equiparati alle autorità episcopali.

                                     

1. Maestri generali dellOrdine

  • Pierre Rochin 1450
  • Jean du Feynier 1532-1538
  • Leonardo Dati 1414-1425
  • Sisto Fabri 1583-1589
  • Aniceto Fernández Alonso 1962-1974
  • Juan García Loaysa 1518-1524
  • Umberto di Romans 1254-1263
  • Tomás Ripoll 1725-1747
  • Agostino Galamini 1608-1612
  • Vincenzo Bandello 1501-1506
  • Pierre de Baume 1343-1345
  • Antonin Cloche 1686-1720
  • Marcial Auribelli 1453-1462
  • Hervé de Nédellec 1318-1323
  • Paolo Constabile 1580-1582
  • Amerigo di Piacenza 1304-1311
  • Serafino Cavalli 1571-1578
  • Francesco Silvestri 1525-1528
  • Francesco Romeo 1546-1552
  • Agostino Pipia 1721-1725
  • Paolo Butigella 1530-1531
  • Benedetto Maurizio Olivieri 1834-1835
  • Niccolò Boccasini 1296-1298
  • Raimondo di Peñafort 1238-1240
  • Stefano di Besançon 1292-1294
  • Marcial Auribelli 1465-1473
  • Damian Byrne 1983-1992
  • Garin de Gy 1346-1348
  • Vincent Jandel 1850-1872
  • Barthélémy Texier 1426-1449
  • Vincenzo Giustiniani 1558-1570
  • Juan Tomás de Boxadors y Sureda de San Martín 1756-1777
  • Niccolò Ridolfi 1629-1642
  • Francesco Ferdinando Jabalot 1832-1834
  • Salvo Cassetta 1481-1483
  • Jerónimo Xavierre 1601-1607
  • Andreas Frühwirth 1891-1904
  • Leonardo Mansueti 1474-1480
  • Hugh de Vaucemain 1333-1341
  • Tommaso Turco 1644-1649
  • Tommaso Giacinto Cipolletti 1835-1838
  • Barnaba Cagnoli 1324-1332
  • Juan Tomás de Rocaberti 1670-1677
  • Domenico di Guzmán 1216-1221
  • Carlos Azpiroz Costa 2001-2010
  • Bruno Cadoré 2010-2019
  • Joaquín Briz 1825-1831
  • José Maria Larroca 1879-1891
  • Munio di Zamora 1285-1291
  • Vincent de Couesnongle 1974-1983
  • Pio Giuseppe Gaddi 1798-1819
  • Gerard de Daumar1342-1343
  • Angelo Ancarani 1838-1844
  • Elias Raymond 1367-1380
  • Gioacchino Torriani 1487-1500
  • Tommaso Paccaroni 1401-1414
  • Antonin Bremond 1748-1755
  • Domenico Gravina 1642-
  • Bartolomeo Comazzi 1484-1485
  • Simon de Langres 1352-1366
  • Agostino Recuperati 1539-1540
  • Jean Clérée 1507
  • Giovanni Battista de Marinis 1650-1669
  • Gerard Francisco Timoner 2019-in carica
  • Guy Flamochet 1451
  • Berengario di Landorra 1312-1317
  • Jean de Moulins 1349-1350
  • Baltasar de Quiñones 1777-1798
  • Buenaventura García de Paredes 1926-1929
  • Giovanni da Vercelli 1264-1283
  • Ludwig Theissling 1916-1925
  • Manuel Suárez 1946-1954
  • Hyacinthe Marie Cormier 1904-1916
  • Martin Gillet 1929-1946
  • Antonio de Monroy 1677-1686
  • Giordano di Sassonia 1222-1237
  • Tommaso De Vio 1508-1518
  • Alberto de las Casas 1542-1544
  • Bernardo di Jusix 1301-1303
  • Raimondo da Capua 1380-1399
  • Vincenzo Ajello 1844-1850
  • Barnaba Sansoni 1486
  • Michael Browne 1955-1962
  • Giovanni di Wildeshausen 1241-1252
  • Timothy Radcliffe 1992-2001
  • Serafino Secchi 1612-1628
  • Alberto di Chiavari 1300
  • Giuseppe M. Sanvito 1873-1879
  • Ippolito Maria Beccaria 1589-1600
  • Stefano Usodimare 1553-1557
  • Corrado di Asti 1462-1465
Free and no ads
no need to download or install

Pino - logical board game which is based on tactics and strategy. In general this is a remix of chess, checkers and corners. The game develops imagination, concentration, teaches how to solve tasks, plan their own actions and of course to think logically. It does not matter how much pieces you have, the main thing is how they are placement!

online intellectual game →