Indietro

ⓘ 8 donne e un mistero




8 donne e un mistero
                                     

ⓘ 8 donne e un mistero

8 donne e un mistero è un film del 2002 diretto da François Ozon.

Si tratta di una commedia noir basata sulla pièce teatrale Huit femmes di Robert Thomas. Costumi e scenografia sono molto colorati, mentre la recitazione è al limite del teatrale. Ogni personaggio inoltre si "presenta" cantando una canzone e ballando.

                                     

1. Trama

Il film è ambientato negli anni cinquanta del XX secolo. Mentre in una grande villa di campagna una ricca famiglia francese si sta preparando per festeggiare il Natale, Marcel, padre di famiglia, viene trovato morto nel proprio letto con un coltello infilato nella schiena.

Una forte nevicata e i fili del telefono tagliati impediscono ogni contatto con lesterno.

La figlia maggiore, chiamata familiarmente Suzon, lancia dunque unindagine che porterà a sospettare di ciascuna delle persone presenti nella casa le otto donne del titolo; queste, accusandosi luna laltra, vedranno man mano esposti i propri segreti.

  • Louise, cameriera, è amante di Marcel ed ama in segreto Gaby.
  • Gaby, la moglie di Marcel, chiede continuamente soldi al marito e ha ottenuto di ospitare in casa la sorella e la madre; ha inoltre progettato una fuga damore con un giovane, che però la tradisce con Pierrette.
  • Pierrette, sorella di Marcel, è stata una spogliarellista; ha problemi economici e chiede soldi al fratello.
  • Augustine, acida e nevrastenica zitella e sorella di Gaby, si finge malata di cuore; legge di nascosto romanzi rosa e tenta di sedurre Marcel.
  • Mamy, madre di Gaby e vedova, finge di essere costretta sulla sedia a rotelle; approfitta dellospitalità di Marcel ma gli nega delle azioni che potrebbero risollevarlo dalle recenti difficoltà economiche; inoltre ha avvelenato il proprio marito.
  • Catherine, la figlia minore di Gaby.
  • Suzon, la figlia maggiore, è incinta; il padre del nascituro è Marcel, che in realtà non è padre di Suzon.
  • Madame Chanel, cuoca e governante, ha una relazione con Pierrette ed è gelosa dei rapporti di questultima con Marcel.

Una volta svelati questi segreti Catherine, la figlia minore, rivela di avere simulato con Marcel lomicidio; ella confida che il padre, scoperto il vero volto dalle altre donne, accetterà di fuggire con lei.

Il padre decide invece di suicidarsi.

                                     

2. Le canzoni

in ordine di interpretazione

  • Isabelle Huppert: Message personnel Michel Berger, Françoise Hardy
  • Emmanuelle Béart: À pile ou face Corynne Charby
  • Fanny Ardant: À quoi sert de vivre libre Nicoletta
  • Catherine Deneuve: Toi jamais Sylvie Vartan
  • Firmine Richard: Pour ne pas vivre seuls Dalida
  • Danielle Darrieux: Il ny a pas damour heureux Louis Aragon, Georges Brassens
  • Ludivine Sagnier: Tes plus dans lcoup papa Sheila
  • Virginie Ledoyen: Mon amour, mon ami Marie Laforêt
                                     

3. Curiosità

Nei titoli di testa, il nome di ogni attrice è associato con un fiore:

  • Fanny Ardant rosa rossa: Pierrette
  • Firmine Richard girasole: Madame Chanel
  • Emmanuelle Béart orchidea bianca: Louise
  • Isabelle Huppert cardo: Augustine
  • Danielle Darrieux viola: Mamy
  • Ludivine Sagnier margherita: Catherine
  • Catherine Deneuve orchidea gialla: Gaby
  • Virginie Ledoyen rosa rosa: Suzon
                                     

4. Riconoscimenti

  • Nomination Miglior promessa femminile a Ludivine Sagnier
  • Nomination Migliore scenografia a Arnaud de Moleron
  • Nomination Miglior attrice protagonista a Isabelle Huppert
  • 2003 - Premio César
  • Nomination Migliore colonna sonora a Krishna Levy
  • Nomination Migliori costumi a Monika Villi
  • Nomination Migliore fotografia a Jeanne Lapoirie
  • Nomination Migliore sceneggiatura a François Ozon
  • Nomination Miglior attrice protagonista a Fanny Ardant
  • Nomination Miglior sonoro a Pierre Gamet, Benoît Hillebrant e Jean-Pierre Laforce
  • Nomination Miglior film
  • Nomination Miglior regia a François Ozon
  • Nomination Miglior attrice non protagonista a Danielle Darrieux
  • 2002 - European Film Awards
  • Nomination Miglior film a Olivier Delbosc e Marc Missonnier
  • Miglior attrice al cast femminile
  • Nomination Miglior regia - Premio del pubblico a François Ozon
  • Nomination Miglior attrice - Premio del pubblico a Isabelle Huppert
  • Nomination Miglior attrice - Premio del pubblico a Fanny Ardant
  • Nomination Migliore sceneggiatura a François Ozon
  • 2002 - Festival di Berlino
  • Orso dargento per il miglior contributo artistico a tutto il cast femminile
  • Nomination Orso doro a François Ozon
  • Miglior regista a François Ozon
  • 2003 - Premio Lumière